Arioldi, Bartalucci, Nuti: gli uomini della terra di mezzo