Anche ad Aachen la Puglia c’era: con il Murgese Luca Pastore di Vallenza

Una galoppata europea: quella di Stefan Baumgartner e del cavallo Murgese Luca Pastore di Vallenza alla sfilata dell’ultimo CHIO di Aachen

Luca Pastore di Vallenza, Stefan Baumgartner e il Tricolore ad Aachen 2024 - foto dalla pagina Facebook di Stefan Baumgartner
Aachen, 8 luglio 2024 – L’Europa si fa anche così, a cavallo. Come è successo allo CHIO di Aachen lo scorso fine settimana.

Dove un allevatore tedesco innamorato dei cavalli delle Murge, Stefan Baumgartner, ha tenuto alta la bandiera italiana sfilando su uno dei campi più prestigiosi dell’equitazione internazionale montando un magnifico Murgese.

Per la precisione lo stallone Luca Pastore di Vallenza che per due volte con il signor Baumgartner ha galoppato facendo garrire il tricolore davanti a 45.000 persone, probabilmente il pubblico più raffinato del jumping internzionale.

Un cavaliere tedesco, con il tricolore italiano e un cavallo che più italiano non si può ripreso dalle tv internazionali. E l’Europa si fa anche così, amando quello che di bello hanno anche gli altri paesi.

Da notare poi che questo cavallo delle Murge porta anche nel suo nome, e non solo nella sua genetica la storia di uno degli allevatori storici della razza: Luca Pastore.

E nell’affisso di Vallenza, quello della famiglia Ricci, una delle realtà moderne più importanti di questi meravigliosi cavalli.

Grazie di cuore a Stefan Baumgartner, che con la moglie Sylvia da anni segue il “Progetto  Murgesi” in Germania: è stato bellissimo vedervi galoppare lì ad Aachen!

Questo il suo messaggio agli amici in Italia:

“Salve amici e allevatori della razza Murgese! Mi chiamo Stefan Baumgartner, molti di voi conoscono me e mia moglie Sylvia da molti anni.
Come famiglia, rappresentiamo il “Progetto Murgesi” in Germania. Vi invio le foto del gala di apertura di uno dei più grandi eventi ippici del mondo, il CHIO di Aachen. Siamo stati selezionati con il nostro magnifico Murgese “Luca Pastore di Vallenza” allevato dalla famiglia Ricci per rappresentare l’Italia.
Ho portato con orgoglio la vostra bandiera e ho presentato la razza Murgese per ben due volte nello stadio, davanti a 45.000 amici dei Cavalli, e tutto è stato anche trasmesso in diretta dalle principali emittenti televisive internazionali.
Siamo stati invitati perché gli organizzatori sapevano che avremmo presentato un cavallo di grande qualità  e ben addestrato.
È stato un grande onore per noi, e un piacere rappresentare il nostro amato cavallo delle Murge, un saluto a tutti gli amici dei Murgesi!”.
Qui l’ultimo evento internazionale in cui il Murgese si era fatto ammirare anche da altri occhi tedeschi, quelli di Ursula van der Leyen: un cavallo apprezzato veramente in tutta Europa, il nostro ‘delle Murge’ (diciamo bene, dottor Pastore?).