Presunta vendita illecita del seme di Varenne

Chiusa una inchiesta nata cinque anni fa dopo che la Varenne Futurity, società proprietaria del campionissimo trottatore, aveva presentato un esposto per presunta irregolarità sulla vendita del seme del grande campione

Parigi, 27 gennaio 2002, Giampaolo Minucci in sulky al grande Varenne, alza il braccio al cielo per la seconda vittoria consecutiva nel Prix d'Amerique Foto AFP

Bologna, giovedì 6 giugno 2024 – Il Pubblico Ministero Giulia Rizzo della procura di Torino, dal 2019 ha indagato per truffa aggravata due imprenditori ippici per presunta irregolarità sulla vendita del seme di Varenne. La querela della Varenne Futurity, proprietaria del cavallo, fu allora presentata per appropriazione indebita, in precedenza due magistrati avevano chiesto l’archiviazione, che però era stata respinta I due imprenditori ippici sotto accusa sono: Valter Ferrero, amministratore unico della società Varenne Forever, e Roberto Brischetto proprietario dell’allevamento torinese Il Grifone. Varenne, dopo l’attività agonistica, ha passato diversi anni presso l’allevamento il Grifone struttura presso la quale svolgeva l’attività di riproduttore. Secondo l’accusa il giro d’affari derivanti dall’irregolare vendita del seme del seme del Capitano e che i due accusati si sarebbero intascati è quantificabile in 200mila euro.

Ufficialmente Varenne nella sua carriera di padre avrebbe generato circa 2.500 soggetti in Italia e all’estero, quelli non riconosciuti dalla proprietà sarebbero diverse centinaia. Nella chiusura delle indagini il PM mette in rilievo che i due indagati si sarebbero presentati come i proprietari vendendo il seme di Varenne e stipulando personalmente i contratti di vendita con gli allevatori interessati ad avere al paddock un figlio del Campionissimo. Ciò avrebbero impedito alla legittima società proprietaria di eseguire l’iter previsto dall’Associazione Nazionale Allevatori del Cavallo Trottatore (ANACT). .

A parte le vicende giudiziarie condensiamo in poche righe il palmares stellare del più grande trottare della storia e tuttora il più ricco di sempre con 6.044.984 euro; 72 corse, di cui 51 Gran Premi, per un totale di 62 vittorie. Record: 1.09.1 (m 1609); 1.10.8 (m 2100); 1.12.8 (m 2700). Curiosità: Le uniche due corse in cui non è entrato nel marcatore sono state la prima a Bologna il 4 aprile 1998 e l’ultima a Montreal 28 settembre 2002. Dalla sua attività di papà sono nati 5 vincitori del Derby.

Lo straordinario score del Capitano

1998: 12 corse, 8 vittorie (5 Gran Premi)

1999: 14 corse, 14 vittorie (14 Gran Premi)

2000: 18 corse, 13 vittorie (9 Gran Premi)

2001: 14 corse, 13 vittorie (11 Gran Premi)

2002: 14 corse, 14 vittorie (12 Gran Premi)