Western lifestyle: oggi come ieri

Il tema Western Across the Time è l’abbinamento ideale scelto dal Salone del Cavallo Americano di Cremona 2024. Lifestyle, auto, ballo e tutto quello che ha sempre affascinato della cultura a stelle e strisce

Bologna, 15 maggio 2024 – La domenica al Salone del Cavallo Americano, in calendario dal 24 al 26 maggio nella consueta sede di CremonaFiere, è nostalgia a stelle e strisce con l’evento “Western Across the Time”. Auto e moto americane d’epoca e gare di tiro in sella, cavalli veri e cavalli motore, il canto della canna di una Colt e quello di un vigoroso tubo di scarico d’altri tempi.

Il prossimo 26 maggio, come già avvenuto in molte occasioni del passato, il Salone del Cavallo Americano terrà a battesimo – proprio nel grande ovale dove da poche ore sarà stato incoronato il Nrha EuroFuturity Champion – l’esordio ufficiale di una nuova competizione western: il Cowboy Shooting Speed.

Si tratta di una gara a tempo – new entry fra quelle proposte da Sef Italia – in cui oltre a superare in velocità alcune difficoltà di un percorso delimitato da boe e paletti, si devono centrare alcuni bersagli: mano mano che la categoria di gara si alza, l’area da colpire è sempre più piccola.

I bersagli sono disegnati su sagome alte un metro e novanta che rappresentano coloriti personaggi, i fuorilegge del vecchio West, e anche tutto lo sfondo dell’area di tiro e la scenografia del campo gara rappresentano divertenti paesaggi da film western. Ma al di là dell’affascinante contorno, la gara richiede vere competenze sia a cavallo sia con la Colt: sì, perché è proprio una riproduzione del mitico revolver dei cowboy, dei cacciatori di taglie e dei banditi del Vecchio West l’unica “arma” consentita in questa gara. Per essere precisi, la Colt Peacemaker del 1873.

Naturalmente non occorre essere dei collezionisti di preziose armi d’epoca per partecipare, perché il revolver non è una vera Colt ma una riproduzione fedele che funziona tramite bombolette di Co2 e spara – con una potenza limitata ma con buona precisione – pallini in plastica biodegradabile. Questo genere di armi, definite dalla legge italiana “strumenti”, in gergo tecnico si chiama Asg (Air Soft Gun), non necessita di porto d’armi ed è di libera vendita.

Per chi si stesse interrogando sui protocolli di sicurezza, il regolamento della gara prevede tutto ciò che è necessario per garantire quella dei cavalli, che devono vestire particolari maschere per proteggere occhi e orecchie, degli ufficiali di gara e dei concorrenti che devono indossare specifici occhiali, ma anche del pubblico: l’area di tiro è collocata dalla parte opposta rispetto alle tribune, protetta da una delle scenografie lunga circa 35 metri e l’accesso è consentito ai soli concorrenti; inoltre, al loro arrivo sulla sede di gara tutti i cavalieri devono consegnare la Colt all’Ufficiale d’Arma, che la restituirà solo al momento della competizione. Insomma: spettacolo a mille, pericoli a zero.

 

 

Velocissimi come i cavalieri del Cowboy Shooting, oppure lenti e riflessivi come i piloti dei viaggi coast to coast, di quella vita on the road trascorsa senza fretta e senza stress, che permette agli occhi di godere degli infiniti paesaggi americani e al cervello di spaziare in piena libertà. Il Salone del Cavallo di Cremona è uno scrigno aperto a tutte le visioni. Così spazia dai cavalli in carne e ossa a quelli rombanti delle auto e delle moto d’oltreoceano: brand mitici come Ford, Chevrolet, Dodge, Harley Davidson si raduneranno domenica mattina in città, nel piazzale antistante la sede del Club Amatori Veicoli d’Epoca (Cavec), co-organizzatore dell’evento insieme a TFY e al Cno American Motors Italy di Milano. Da lì sfileranno per le vie di Cremona preceduti da due veri cavalli tra le redini di altrettanti cavalieri in perfetta tenuta western.

«A volte ci sembra di vivere in un quadro futurista, sempre immersi nella velocità e negli sfondi sfocati. Ma per fortuna i nostri veicoli storici hanno il potere di farci rallentare, di farci apprezzare ciò che è intorno a noi», ha dichiarato Claudio Pugnoli, presidente del Cavec. La sfilata avrà termine in fiera, dove le splendide due e quattroruote rimarranno in esposizione per la gioia degli amatori, ma anche dei sognatori, fino al termine della manifestazione.

 

Informazioni, programmi dettagliati, priority line e acquisto biglietti su www.salonedelcavallo.com