Morganti, argento mondiale nel primo rettangolo di Herning

È subito aria di medaglie per il paradressage azzurro che nei rettangoli d’esordio agguanta un magnifico argento firmato Sara Morganti. Ottima prova anche per Carola Semperboni, settima in classifica con Paul

Sara Morganti, argento oggi a Herning

Bologna, 10 agosto 2022 – «Due best personal score a un Mondiale. Davvero non so cosa si potrebbe chiedere di più». È una Laura Conz dal tono estremamente soddisfatto che risponde dopo la prima giornata dei rettangoli del paradressage a Herning 2022.

Carola Semperboni e Sara Morganti, rispettivamente con Paul e Royal Delight hanno aperto le prove azzurre del paradressage e hanno sicuramente regalato emozioni in una gara davvero appassionante.

Partiamo da Carola Semperboni, che con il suo Westfalen di 17 anni ha condotto una ripresa molto convincente.

«Carola è cresciuta rispetto a Tokyo. È maturata sotto il profilo agonistico e oggi è sicuramente più strutturata per gestire l’emozione di una gara del genere» riprende Laura Conz che individua nella volontà delle atlete e negli stage di preparazione Fise anche con tecnici come Johanna Hendrina Gerritsen gli elementi fondamentale di crescita.

Ben condotta, la ripresa di Carola/Paul è stata valutata 72,107% dalla giuria composta da

  • E Katherine Lucheschi (ITA)
  • H Jeannette Wolfs (NED)
  • C Suzanne Cunningham (AUS)
  • M Kjell Myhre (NOR)
  • B Marco Orsini (GER)

Valutazione che ha garantito al nostro binomio la settima posizione di classifica in questa prima giornata di gare in cui i binomi hanno avuto il compito non sempre facile di rompere il ghiaccio e calarsi davvero nella competizione.

E veniamo ora alla gigantica performance mondiale di Sara Morganti, sbalzata solo all’ultimo dal vertice del podio con una differenza di 0,142 punti percentuali e tuttavia in argento dopo una ripresa da incorniciare.

«Non c’è niente da fare. Sono dieci anni che Sara ci regala emozioni grandi» ha commentato ancora Laura Conz che con la Morganti lavora dall’inizio. «La disciplina evolve, ci sono cavalli e binomi nuovi, si alza l’asticella… E poi arriva Sara e supera ogni cosa con facilità. Alzando a sua volta il livello per tutti gli altri. È incredibile».

E questa valutazione rispecchia anche un po’ la gara di oggi. Quando la Morganti è entrata in rettangolo, prima del secondo blocco, ha buttato un ‘macigno nello stagno’. Con un 78.393 che le ha fatto fare la parte della lepre per il resto della gara.

Solo alla fine, con uno scarto assolutamente sottile, il lettone Rihards Snikus su King of the Dance è riuscito a relegarla sul secondo gradino del podio. Ma in ogni caso la ripresa del nostro binomio è stata davvero impressionante.

L’argento mondiale della Morganti va ad aggiungersi al bronzo dei volteggiatori del Pas de Deux in una giornata piuttosto positiva. E domani sarà la volta di Francesca Salvadé e Federica Sileoni, le altre due azzurre del nostro migliore paradressage.

 

Per i rusultati della categoria CLICCA QUI