Asta PSI: 42 anni di grandi successi

Top price da capogiro sia tra le linee da salto sia tra quelle da dressage all’asta PSI, una kermesse alla 42esima edizione. Premio alla carriera per Koschel

Psi Auction: top price Londina PS (Carembar de Muze (London) - Chacco-Blue) ©PSI Auction

Bologna 12 dicembre 2021 – Cavalli straordinari, una sala decorata a festa, ospiti in abito da sera e un degno destinatario del Premio P.S.I.  Questi gli ingredienti con i quali l’asta PSI, l’originale, ha saputo di nuovo stupire nel suo 42° compleanno.

Già nei giorni che hanno preceduto l’asta, era evidente che ci fosse grande interesse intorno ai 49 soggetti presentati. Percezione confermata dal top price raggiunto nell’asta privata di cavalli più importante dell’anno. La cavalla Oldenburg Londina PS (Carembar de Muze (London) – Chacco-Blue), già in evidenza nel circuito internazionale  dei giovani cavalli (cat. 1,45 ) è direttamente imparentata con il crack internazionale Toulago.

Gli acquirenti dalla Svizzera hanno esultato quando la cavalla di sette anni è stata battuta a 1.950.000,00 euro.

Per quanto riguarda le linee da dressage, Fürst Bayram (Fürstenball – Sir Donnerhall) ha lasciato il Centro Aste P.S.I. come il cavallo più ricercato. Dotato di andature impressionanti, l’imponente Campione Oldenburg di cinque anni ha marciato fuori dal ring dell’asta verso la Baviera per 1.700.000,00 euro.

Il ricavato totale ha raggiunto i 19.538.000,00 euro. Il prezzo medio per i soggetti delle linee da salto è stato 426.680,00 euro mentre per i ‘colleghi’ da dressage 369.625,00 euro. Le offerte sono state raccolte tanto in sala quanto per telefono. La clientela internazionale veniva, tra l’altro, da Germania, Italia, Svezia, Francia, Spagna, Corea, Marocco, Messico o Stati Uniti.

Circa 1.000 spettatori hanno seguito l’asta via livestream.

Paul Schockemöhle ha parlato con tutto l’orgoglio di un allevatore. «Questa è stata l’asta di maggior successo finora. Un bel risultato del grande lavoro allevatoriale a cui mi sono dedicato negli ultimi 20 anni. Per me, soprattutto come allevatore, questo è un enorme successo per la qualità dei cavalli. Tra i cavalli da dressage, 18 provengono da Lewitz».

«Abbiamo sviluppato un formato completamente nuovo quest’anno. La clientela è stata felice dell’atmosfera molto personale e familiare. Sono felice del successo di questa fine d’anno. L’Asta P.S.I. ha dimostrato ancora una volta la sua reputazione oltre i confini nazionali», ha concluso Ulli Kasselmann.

 

Un premio P.S.I. alla carriera

I P.S.I. Awards sono un’ambita onorificenza per importanti personalità dello sport equestre. Il vincitore di quest’anno nella categoria ‘Lifetime Achievement’ ha reso servizi eccezionali sia come cavaliere, sia come allenatore. Durante la sua carriera, oltre 25 anni, Jürgen Koschel ha presentato più di cento cavalli in competizione e ha collezionato più di 900 vittorie e piazzamenti – dalle prove per giovani cavalli ai Grand Prix. Dal 1997, Koschel trasmette le sue conoscenze anche come trainer.Nella recente edizione dei Giochi olimpici di Tokyo, Koschel ha festeggiato la sua ‘ottava volta’ in qualità di trainer a bordo rettangolo. Tra gli altri, ha lavorato per le squadre di dressage di Olanda, Finlandia, Svizzera, Spagna e Corea del Sud. È toccato alla sua ex allieva, l’amazzone olimpica Kristina Bröring-Sprehe consegnare il premio P.S.I. a Jürgen Koschel.

I padroni di casa, le famiglie Schockemöhle e Kasselmann, così come il team dell’asta PSI desiderano ringraziare tutti i clienti, gli ospiti e i dipendenti e augurare loro un Natale sereno e felice.

 

Fonte: comunicato stampa PSI