Milano centrale con le Oaks

Domenica di fantastiche corse a San Siro, il clou alle 17,55 con l’edizione 2024 delle Tattersalls Oaks d’Italia, prova di Gruppo 2 sulla distanza dei 2200 metri con 390mila euro di montepremi

La saura allevata dalla Razza del Velino, Shavasana, prima sul palo delle Oaks 2023 con a bordo la fantastica amazzone inglese Hollie Doyle

Bologna, venerdì 7 giugno 2024 – Domenica 9 giugno sarà una giornata di grande ippica e di grande festa all’Ippodromo Snai San Siro con il Gran Premio Oaks d’Italia, seconda tappa del Palio delle Regioni 2024-2025, la manifestazione voluta dal Masaf verte su 21 Gran Premi di trotto e galoppo e mira a valorizzare l’ippica e le eccellenze italiane coinvolgendo un ampio pubblico in uno spettacolo dove cultura, sport e tradizione si incontrano. L’emittente televisiva del Masaf, EQUtv, visibile sul canale 151 del digitale terrestre, sulle piattaforme di Sky canale 220 e su quella di tivùsat al canale 51, trasmetterà in diretta le immagini delle Oaks d’Italia e accompagnerà il pubblico con ospiti dal nuovo studio televisivo posizionato presso la Tribuna Principale. Vediamo, nel dettaglio, cosa riserveranno tutte e sette le corse della 23^ giornata stagionale di galoppo meneghino.

PRIMA CORSA – PREMIO MARIO E VITTORIO CRESPI – La giornata viene aperta apre con in pista le puledre di 2 anni per il Mario e Vittorio Crespi, listed sui 1.200 metri in dirittura. Si parte davvero alla grande con un elevatissimo tasso di competitività, dove l’inglese Naana’s Diamond si guadagna la nomination alla luce dei riferimenti assai probanti del suo secondo posto ad Ascot. Korisa porta il sovraccarico per la vittoria del Perrone dove però ha davvero impressionato, esattamente come ha impressionato Selfish in occasione del suo vittorioso esordio. Brown Lady dal canto suo è venuta molto avanti alla seconda uscita della carriera, mentre Posard è da valutare su quel che ha fatto vedere nella sua introduzione.

SECONDA CORSA – PREMIO XCV ROYAL MARES – Sempre femmine e sempre in listed per le tradizionali Royal Mares, sul miglio di pista grande e aperte in teoria a giovani ed anziane. Le 3 anni non hanno accettato l’ingaggio, molte verosimilmente spaventate dalla presenza di Estrosa, sulla quale c’è davvero poco da dire, nel senso che il suo curriculum parla per lei e con il recente terzo posto di Roma che varrebbe la vittoria se ripetuto. La francese Piensa En Mi sarà tuttavia una cliente bruttissima, soprattutto tornando su distanza più congeniale dopo aver provato questa categoria sui 2.000 metri senza demeritare, mentre la connazionale Ravioli, già piazzata in listed su distanza superiore, prova per la prima volta ad accorciare sul miglio. Incantatrice e White Lips lotteranno a loro volta per un inserimento tutt’altro che impossibile.

TERZA CORSA – PREMIO DEL GIUBILEO – TROFEO SNAI PAY – Il livello sale ancora e alla terza uscita di giornata troviamo con il Premio del Giubileo accorpato al Trofeo Snai Pay, prova di Gruppo III sul doppio chilometro di pista grande per le femmine di 4 anni ed oltre. Debordante lo schieramento estero, con pole position dichiarata per l’ex inglese Understated, imbattuta in due listed in Germania e quanto mai pronta per vincere anche a questo livello. Altrettanto facile individuare la sua prima rivale, Peace Of Rose, con la quale ha già incrociato le armi e che cova giustificati propositi di rivincita, e con la stessa Spirit Of Dreams alla quale non manca nulla per puntare al bottino pieno. La francese Une Perle sarebbe quella da battere per tutte se ritrovasse i numeri dei suoi 3 anni, ipotesi assolutamente da tenere in conto.

QUARTA CORSA – PREMIO OAKS D’ITALIA – TATTERSALLS – Al centro del programma il clou, una delle corse ‘faro’ di tutto l’anno, ovvero le Oaks d’Italia anche quest’anno affiancato da Tattersalls, la principale casa d’asta di cavalli da corsa nel Regno Unito e in Irlanda, alloro classico di Gruppo II per le femmine di 3 anni sui 2.200 metri di pista grande. Pesanti le candidature tedesche, con Isfand che nel vittorioso debutto ha confermato tutte le buone voci che circolavano sul suo conto mettendo in scena del potenziale assai rilevante, con la netta sensazione di poter essere il migliore del campo. Le connazionali Saman, Duras e Quetame sono tutte da attendersi in progresso e si rispettano, soprattutto l’ultima citata. Le possibilità nostrane sono invece legate a Calle Almazora, che nell’Incisa ha vinto e convinto, superando in pieno l’esame distanza e suggerendo nel contempo di poter offrire di più. La stessa Nikkei potrebbe migliorare su un terreno meno faticoso e può giocarsi un posto al sole.

QUINTA CORSA – PREMIO NBF LANES – Nella seconda parte della riunione in pista tornano in azione i cavalli di 3 anni, con il primo dei due handicap di buona categoria sponsorizzati dalla NBF Lanes, quello sui 1.500 metri di pista media che vale come Quintè. Nel gruppone selvaggio esiste una base in linea teorica solida, Black Magma, reduce da un piazzamento assolutamente solido in una compagnia ancora più dura di questa e pertanto con tutte le carte in regola per fare bottino pieno. Vitarli ha uno steccato scomodo ma è un’altra che sta correndo molto bene nel periodo, mentre Be The Winner ha raccolto meno di quel che avrebbe meritato e in questo contesto tirato può tirare fuori il suo meglio. Tra i tanti che possono dire la loro c’è anche Spiderman che stuzzica alla prima esperienza sulla distanza a San Siro, ma una porta più o meno aperta va lasciata a tutti.

SESTA CORSA – PREMIO SANTIAGO SOTO SPRINT – Non sarà una corsa di gruppo, ma il Santiago Soto Sprint, ottimo handicap per i velocisti di tutte le età sui 1.200 metri, resta una delle corse più amate dal pubblico di Milano, in ricordo del grande champion jockey cileno. Ottimi elementi al via e grande equilibrio, con Le Bronn che stuzzica un filo in più considerando come si sia sempre espresso molto bene su questa dirittura, compresa l’ultima volta. Flying Horse e Just Do It sono altri due nomi quanto mai caldi, mai quanto a forma non scherzano niente neppure Sunshine Day e Niagara Mouse. Sopran Adda invece torna ad un compito più congeniale e come sorpresa non impossibili attenzione a My Runner.

SETTIMA CORSA – PREMIO LINEA HORSE NBF LANES – La super domenica all’Ippodromo Snai San Siro si conclude con un altro handicap per i 3 anni, sempre sponsorizzo dalla NBF Lanes, ma sul doppio chilometro di pista media. Hanno molto ben impressionato due recenti vincitori ora in caccia di bis ad onta della logica penalità al peso, Soldier Of Rome e Venere Alata, con il primo citato che si preferisce solo in virtù della categoria in cui si è imposto. Hedonism e Diamine invece non hanno brillato nel loro ingaggio più recente, ma in precedente avevano chiaramente suggerito di avere una corsa come questa nelle corse, e un discorso più o meno simile lo si può applicare anche per Phil Connors. Nessuno poi si dimentica di Musa Del Nord, altra autorevole papabile alla quale non manca nulla per mettersi in luce.

Non solo corse – Per questo importante appuntamento, l’Ippodromo Snai San Siro ha organizzato un’agenda ricca di eventi e divertimento, che partirà ufficialmente alle ore 12:00: per tutto il pomeriggio fino alle 21.00, l’impianto liberty milanese ospiterà performance musicali, degustazioni enogastronomiche e attività dedicate ai bambini con tanti artisti coinvolti. Per i più curiosi, sarà possibile godersi un giro sulla carrozza storica, scoprire da vicino i mestieri del maniscalco e dell’artiere e partecipare al Tour Scopri San Siro: esperti ciceroni dell’Ippodromo, abbigliati da amazzoni e cavalieri, accompagneranno i visitatori in un viaggio alla scoperta della storia, dei personaggi e degli spazi iconici dell’impianto.

Qui tutti i partenti