Bucci e Camilli, un Gran Premio super!

I due cavalieri azzurri e i loro cavalli sono stati protagonisti oggi del GP a quattro stelle dello Csi belga di Opglabbeek al cospetto di una serie di formidabili avversari

Piergiorgio Bucci (a sinistra) ed Emanuele Camilli (ph. UM)

Opglabbeek, domenica 16 giugno 2024 – Un bellissimo Gran Premio dello Csi a quattro stelle di Opglabbeek (Belgio) ha regalato oggi grandi emozioni azzurre.

Bellissimo perché il livello tecnico messo in campo da cavalli e cavalieri è stato notevole, con nomi di prima grandezza sia tra gli uni sia tra gli altri; e bellissimo perché in tale contesto Piergiorgio Bucci ed Emanuele Camilli con i loro compagni di gara hanno recitato la parte di eccellenti protagonisti.

Piergiorgio Bucci in sella ad Hantano infatti ha conquistato il 2° posto dietro allo statunitense Kent Farrington (praticamente imbattibile per chiunque sul cronometro… ) su Myla, lasciando in terza posizione l’olandese Sanne Thijssen con il suo formidabile Con Quidam RB.

Hantano (12 anni, olandese Kwpn da Quasimodo Z x Numero Uno) è un cavallo che sta diventando sempre più importante per il cavaliere abruzzese e – di conseguenza – per il salto ostacoli azzurro. In occasione dello scorso Csio di Roma in Piazza di Siena, Piergiorgio Bucci aveva vissuto con lui un momento di difficoltà il cui esito era stato una caduta e quindi eliminazione: “Piazza di Siena non è andata come sognavo. Ma come dice Denzel Washington, cadi sette volte, rialzati otto. Ci vediamo l’anno prossimo”, aveva scritto Bucci pubblicando sui suoi profili sociali proprio la foto della caduta con grande senso autocritico e con grande sportività da vero grande campione quale lui è. Ma non c’è stato bisogno di… rivedersi l’anno prossimo, e del resto nessuno lo dubitava: ecco il magnifico risultato di oggi!

Dal canto suo Emanuele Camilli ha condotto Chacco’s Girlstar a una prestazione bellissima: doppio zero e 5° posto determinato dal cronometro. Anche Chacco’s Girlstar (12 anni, tedesca Hannoverana da Chacco Blue x Sandro Boy) è soggetto di alto livello, cavalla che ormai ha decisamente affiancato Odense Odeveld nel ruolo di numero uno nella scuderia del cavaliere romano (e residente in Germania ormai da anni). Per Camilli e la sua saura la Coppa delle Nazioni dello Csio di Roma è stata eloquentemente esemplificativa: una prima manche con qualche malinteso, una seconda favolosa che ha messo in evidenza tutte le potenzialità del binomio. Il bellissimo risultato odierno non è altro che la conferma di tutto ciò.

LA CLASSIFICA DEL GRAN PREMIO
https://online.equipe.com/startlists/967111