2024 e semplificazione: novità per istruttori e centri

La Fise rende noti alcuni cambiamenti normativi volti alla semplificazione la vita professionale a istruttori e centri ippici. Ecco le principali novità

©ASam

Bologna, 4 dicembre 2023 – La parola d’ordine per il 2024 che è alle porte pare essere unanime e condivisa: semplificazione. In ogni ambito e a ogni levello c’è sempre maggiore richiesta di iter semplici da seguire, che consentano a tutti di essere sempre in regola.

E allora ecco che, proprio nell’ottica della semplificazione, sono in arrivo dalla Fise delle novità per gli istruttori federali e i Centri che devono rinnovare o affiliarsi per la prima volta alla Federazione Italiana Sport Equestri.

Gli Istruttori federali di primo livello, a seguito della pubblicazione degli aggiornamenti dei Libri I e ll del Regolamento della Formazione, potranno consentire l’affiliazione agli Enti e l’abilitazione alle Discipline olimpiche. Solo gli Istruttori o Tecnici di secondo livello, in passato, potevano firmare per l’affiliazione o l’abilitazione.

Con questa modifica l’Ente abilitato nelle Discipline olimpiche con in griglia solo un istruttore di Primo livello può emettere o rinnovare qualsiasi patente a tesserati maggiorenni ed emettere o rinnovare patenti fino al Brevetto discipline olimpiche per gli allievi minorenni.

Questa importante novità è contenuta nell’art. 7.f del Capo II – Abilitazioni per Enti affiliati delle Norme di attuazione dello Statuto che è possibile consultare QUI

La Federazione Italiana Sport Equestri informa che per maggiori delucidazioni sulle competenze, si possono consultare i seguenti articoli del Libro II del Regolamento della Formazione: Art. 206 – Art. 213 – Art. 222 – Art. 231- Art. 241 – Art. 250 e, per le Discipline non Olimpiche, i Regolamenti della Formazione monotematici dedicati alla disciplina di interesse (Libri da lll a X). Guarda QUI

Un’altra importante novità riguarda anche la semplificazione dell’istituto della delega, che si basa sulle effettive competenze per consentire a ciascun livello di istruttore o tecnico, come ben esplicitato all’art. 164 del Libro l della Formazione, di cui riassumiamo qui di seguito i punti salienti:

Gli istruttori di livello base o superiore e/o tecnici dal 1° livello o superiore, titolari e responsabili sotto il profilo sportivo, di un allievo minorenne, possono, in loro assenza, delegare con espresso atto scritto la responsabilità e la gestione del proprio allievo ad altro istruttore\tecnico che abbia la qualifica idonea per assumere e svolgere l’incarico, per il quale viene delegato. II delegato deve accettare l’incarico con sottoscrizione in calce alla delega ricevuta. Non serve delega fra istruttori dal 1° livello o superiore oppure tecnici dal primo livello o superiore presenti nella griglia del medesimo ente di appartenenza dell’allievo minorenne. L’istruttore/tecnico di 1° livello presente in griglia di un Ente affiliato può essere delegato dall’Istruttore o dal Tecnico titolare dell’Ente stesso, nelle medesime modalità sopra indicate, a svolgere mansioni superiori con allievi minorenni tesserati presso il medesimo Ente.

Con questa specifica la Federazione continua nell’incessante lavoro di semplificazione delle norme, ma ha anche voluto fare chiarezza sullo strumento della delega, sia per consentire un più agevole controllo in campo prova durante le gare, sia per fornire in maniera chiara una modalità per affidare gli allievi minorenni presenti nel proprio circolo, qualora l’istruttore affidatario dovesse assentarsi.

Sottolineando la formalità dell’atto in forma scritta si conferisce una maggior tutela per gli istruttori stessi che possono documentare la loro volontà a delegare il collega.

Un’altra novità del 2024 riguarda la volontà della FISE di premiare i propri giovani atleti di vertice, facilitando l’avviamento professionale con la concessione delle qualifiche di Operatore Ludico e Istruttore di base “per meriti sportivi”. Questo provvedimento è rivolto rispettivamente ad atleti Juniores e Young riders che abbiano ottenuto importanti risultati sportivi in occasione della partecipazione a Campionati Continentali e siano in possesso dei requisiti specificati agli art.181 Libro l e 207 Libro ll. Guarda QUI

È stato reso più fruibile, infine, l’iter per il conseguimento della qualifica di istruttore di 3° livello di specialità per ciascuna delle 3 discipline olimpiche.

Per ulteriori chiarimenti e delucidazioni si invitano gli interessati a consultare i Libri del Regolamento della Formazione QUI . Il Dipartimento Formazione (formazione@fise.it ) è a disposizione degli utenti nel caso di ulteriore necessità.