Busto Arsizio: molto azzurro nei Gran Premi dei giovani

Tutti e quattro i GP dello Csio giovanile alla scuderia Etrea hanno visto oggi i nostri atleti protagonisti, con la bellissima vittoria tra gli juniores di Giorgia Baldi

Giorgia Baldi, vincitrice del Gran Premio juniores

Busto Arsizio, domenica 19 maggio 2024 – Archiviato il capitolo Coppa delle Nazioni con grandi gioie azzurre, oggi a Busto Arsizio (Varese) presso gli impianti della scuderia Etrea è stata la volta dei Gran Premi delle quattro classi di età dello Csio riservato ai giovani.

Ancora una volta gli atleti che sono scesi in campo per rappresentare l’Italia hanno regalato palpitanti emozioni agli spettatori di casa: in tre delle quattro gare infatti abbiamo avuto due azzurri nei primi tre posti, in una uno. E uno dei quattro Gran Premi ha visto una magnifica vittoria!

Il primo posto per l’Italia è stato conquistato da Giorgia Baldi su Karnivale van het Klavershof nella massima prova riservata agli juniores. La nostra amazzone è stata molto brava nel portare a termine un barrage velocissimo senza alcun errore: alle sue spalle lo svizzero Leon Haenzi su Qui Rit PJ e l’azzurro Ferrante Anchisi su Don Flamenco van de Kranenburg a zero penalità. In quarta posizione Lavinia Lo Bosco su Oberon van den Berg (0), mentre ugualmente in barrage all’8° posto Riccardo Musazzi su Kadett van het Vijverhof con un errore e al 14° Filippo Bolognini su Denver HE con 8 penalità.

Il Gran Premio children è stato vinto dall’olandese Mienie Vos su Sire de Beau Soleil davanti alla elvetica Leonie Alessandra Pelloni su Jarrabella TS; poi il 3° posto azzurro di Priscilla Giussani su Quarrycrest Reflection e a seguire una piccola schiera di italiani (tutti in barrage) con il 4° posto di Maila Manenti su Jennifer, il 5° di Cecilia Speranza su Uelem Croze, il 6° di Antonio Spano su Little Painted DN e il 7° di Gabriel Zagni Minucci su Diablo Z (gli ultimi due con 4 penalità).

Mienie Vos si è poi ripetuta nel GP pony, in sella a Pjotr van de Groenheuvel: alle sue spalle Rachele Zendrini su Lacoste, unica a raggiungere la Vos in barrage chiudendo con un errore al 2° posto. In terza posizione senza errori in percorso base ma con 2 punti per il tempo Vittoria Sofia Ruotolo su Vainqueur de la Lande e poi al 4° e al 6° posto rispettivamente Maria Privitera su Calix de Vuzit e Sofia Frizzarin su Northern Dancer.

Tra gli young rider il Gran Premio è stato conquistato per i colori della Spagna da Garazi Landeta Smith su Emir de Burgo. Alle sue spalle i nostri Martina Ferrari su Alonko Hero e Zoe Lia su Nebbia delle Schiave, poi al 4° posto con un errore in barrage Davide Vitale su Lester. Un po’ di rammarico per Lorenzo Patrese che in sella a Gentleman ha chiuso senza errori agli ostacoli il percorso base ma con quel punto di penalità sul tempo che gli ha negato il barrage: per lui il 6° posto. Stesso discorso per Petra Manila Bertazzi su Oriente delle Schiave: zero agli ostacoli, 2 per il tempo, 7° posto in classifica.